domenica 2 aprile 2017

SPAZIO AUTISMO



L'autismo è un disturbo del neuro-sviluppo caratterizzato dalla compromissione dell'interazione sociale e da deficit della comunicazione verbale e non verbale che provoca ristrettezza d'interessi e comportamenti ripetitivi. I genitori di solito notano i primi segni entro i due anni di vita del bambino e la diagnosi certa spesso può essere fatta entro i trenta mesi di vita. Attualmente risultano ancora sconosciute le cause di tale manifestazione, divise tra cause neurobiologiche costituzionali e psicoambientali acquisite.
Più precisamente, data la varietà di sintomatologie e la complessità nel fornirne una definizione clinica coerente e unitaria, è recentemente invalso l'uso di parlare più correttamente di Disturbi dello Spettro Autistico (DSA o, in inglese, ASD, Autistic Spectrum Disorders), comprendendo tutta una serie di patologie o sindromi aventi come denominatore comune le suddette caratteristiche comportamentali, sebbene a vari gradi o livelli di intensità.
A livello di classificazione nosografica, nel DSM-IV è considerato rientrare nella categoria clinica dei disturbi pervasivi dello sviluppo, cui appartengono, fra le varie altre sindromi, anche la sindrome di Asperger, la sindrome di Rett e il disturbo disintegrativo dell'infanzia.

“La nota in più”: quando la musica arriva al cuore

Il Centro di Musicoterapia Orchestrale “La nota in più” coinvolge ragazzi con autismo e difficoltà cognitive in progetti musicali.
Uno straordinaria scommessa e un grande esempio di partecipazione e coinvolgimento.  È questo il progetto della Musicoterapia Orchestrale “La nota in più“, che da anni coinvolge giovani disabili nel territorio di Bergamo in laboratori ed esibizioni musicali.
Il centro di Musicoterapia nasce nel 2004 dalla volontà dell’Associazione Spazio Autismo, chiamando a partecipare giovani disabili alla grande esperienza che è la musica.
I progetti musicali permettono ai ragazzi di vivere e partecipare alle proprie emozioni, capendo come esprimerle. Si tratta di un’importante occasione, da qui, infatti, l’apprendimento si riversa nella sfera delle relazioni sociali.
Nelle sedute di formazione partecipano tutti i ragazzi coinvolti, ognuno con uno strumento diverso contribuisce a dare armonia ai suoni.
L’Orchestra Sinfonica ha all’attivo più di 50 concerti in luoghi prestigiosi e legati a importanti manifestazioni, tra queste anche un’ esibizione musicale all’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo.


^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^

«In Italia esistono solamente «bambini autistici». La legge italiana prevede infatti programmi e cure per questi ragazzi solo fino al compimento del 18 anni, ma non contempla il caso di persone autistiche adulte. Che cosa succede a questi ragazzi quando diventano grandi?
Quali diritti hanno? Dove vanno? Che fanno? “Parte da qui “Tommy e gli altri”, il primo film italiano sul tema dell’autismo che Sky ha scelto di trasmettere, in occasione della Giornata mondiale della consapevolezza sull’Autismo del 2 aprile, perché ritiene che sia importante raccontare storie come queste, che non riguardano «gli altri», ma il nostro modo di essere comunità. Il film andrà in onda in prima visione il 1° aprile alle 21:15 su Sky ArteHD e alle 23.15 su Sky Cinema CultHD e in replica il giorno successivo alle 19.35 sugli stessi canali Sky. Il progetto nasce da un’idea di Gianluca Nicoletti, giornalista e scrittore, ed è diretto da Massimiliano Sbrolla (regista de “Il viaggio di Sammy”). Nicoletti compie insieme al figlio Tommy, ragazzo autistico da poco divenuto maggiorenne, un lungo viaggio attraverso l’Italia, da Forlimpopoli a Trento e Madonna di Campiglio, da L’Aquila a Napoli, passando per Gravina di Puglia, Botricello e Praia a mare, per incontrare “gli amici di Tommy”, ragazze e ragazzi autistici e i loro genitori.