mercoledì 23 novembre 2016

L'importante non è la meta ma il VIAGGIO: Resilienza

Resilienza

“… e quando ti senti onnipotente, che potresti fare qualsiasi cosa, ecco che la vita ti presenta il suo conto; tutte le certezze diventano dubbi …”

La prima volta che ho sentito il termine "RESILIENZA” ero a un convegno a Bergamo in cui Pietro Trabucchi spiegava il suo significato. La cosa mi ha subito affascinato, ma non sapevo di averne così tanta … come i Midi-chlorian di Star Wars!

Il termine "RESILIENZA" viene usato in metallurgia per indicare la capacità di un metallo di resistere alle forze ad esso applicate.

In psicologia, il termine è usato per indicare la capacità di affrontare in maniera positiva eventi traumatici. Riorganizzare positivamente la propria vita di fronte alle difficoltà.

Volendo definire le persone resilienti possiamo dire che sono quelle che:
-       Amano la vita per quello che è, nel presente.
-       Fronteggiano efficacemente le contrarietà per raggiungere mete importanti.
-       Coltivano una propria spiritualità che modera il timore della morte.
-       Sopportano i dolori senza lamentarsi e reggono le difficoltà senza disperarsi.
-       Hanno il coraggio di intraprendere con consapevolezza una via che sa essere tortuosa o, comunque, non la più semplice.

La resilienza è la capacità di “auto-ripararsi” dopo un danno e di riuscire a riorganizzare positivamente la propria vita nonostante le situazioni difficili.

Già prima, parlando della sfortuna sono riuscito a far fronte in modo positivo a tutte le vicissitudini che mi sono accadute.

Dopo che ho scritto il libro un’altra vicenda ha sconvolto la mia vita: il mio CUORE.




Durante la visita per il certificato dell’attività agonistica sono state riscontrate delle extrasistole e il medico non mi ha rinnovato il certificato.
Io, stando bene e, non avendo nessun sintomo, ho pensato che era un errore e ho cercato in tutti i modi di fare ricorso.
Ho fatto una scintigrafia, ed è risultata senza gravi problemi. Il cardiologo del Monzino di Milano allora mi ha fatto fare una TAC coronarica dalle quale è uscito  che c’era qualche ostruzione e bisognava approfondire. Mi hanno ricoverato per una coronarografia. Durante la visita, purtroppo, le cose non sono andate bene e ho dovuto fare un’angioplastica con l’applicazione di due Stent per sistemare una parte di cuore.




Devo stare fermo per qualche mese e poi rifare gli esami, per vedere se sarà il caso di sistemare ciò che manca.

Ora vedremo come procederà la riabilitazione e in che modo, come la Fenice, rinascerò …

(sugli altri post il racconto diviso per capitoli della Transpyrenea 2016)


^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^
Alcuni pensieri sulla Resilienza

"La perseveranza è il duro lavoro che fai dopo che ti sei stancato del duro lavoro che hai fatto”.
(Newt Gingrich)
“Signore dai forza al mio nemico e fallo vivere a lungo, affinché possa assistere al mio trionfo”.
(Napoleone)
“La speranza. La quintessenziale illusione umana è al tempo stesso la fonte della vostra massima forza e della vostra massima debolezza”.
(Matrix Reloaded)
“La forza interiore è la protezione più potente che hai. Non aver paura di assumerti la responsabilità della tua felicità”.
(Dalai Lama)
“Non è perché le cose sono difficili che non osiamo, è perché non osiamo che sono difficili”.
(Seneca)
“Non disperare della vita. Tu possiedi senza dubbio forze sufficienti per superare i tuoi ostacoli. Pensa alla volpe che si aggira per campi e boschi in una notte d’inverno per soddisfare la sua fame. Nonostante il freddo e i cani da caccia e le trappole, la sua razza sopravvive. Io non credo che nessuna di loro si sia mai suicidata”.
(Henry David Thoreau)
“La resilienza non è solo la voglia di sopravvivere a tutti i costi, ma anche la capacità di usare l'esperienza maturata in situazioni difficili per costruire il futuro”.
(Andrea Fontana)
“Non cercare di cambiare la tua vita, cambia il tuo atteggiamento verso la vita. Nella tua mente c’è abbastanza spazio per trovare nuove soluzioni. La felicità è dentro di noi. Se guardiamo nella direzione sbagliata non possiamo vederla”.
(Lama Gangchen)
"Io prendo delle decisioni. Forse non sono perfette, ma è meglio prendere decisioni imperfette che essere alla continua ricerca di decisioni perfette che non si troveranno mai”.
(Charles De Gaulle)
"Non importa quante volte cadi, ma quante volte cadi e ti rialzi".
(Vince Lombardi)
“La giustizia senza forza è impotente; la forza senza giustizia è tirannia”.
(Blaise Pascal)
“Devi apparire debole quando sei forte, e forte quando sei debole”.
(Sun Tzu)
“Quello che non mi uccide, mi fortifica”.
(Friedrich Nietzsche)
“Nelle cose del mondo, non è il sapere, ma il volere che può”.
(Niccolò Tommaseo)
“Qualunque cosa tu possa fare, qualunque sogno tu possa sognare, comincia. L'audacia reca in sé genialità, magia e forza. Comincia ora”.
(Goethe)
“Ho sviluppato una forza interiore che mi ha fatto dimenticare la povertà in cui versavo, la sofferenza, la solitudine e la frustrazione”.
(Nelson Mandela)
“Si dice che il desiderio è il prodotto della volontà, ma in realtà è vero il contrario: la volontà è il prodotto del desiderio”.
(Denis Diderot)
“Chi dice che è impossibile non dovrebbe disturbare chi ce la sta facendo”.
(Albert Einstein)
“Il modo migliore per ritrovare se stessi è perdersi al servizio degli altri”.
(Gandhi)
“Quando la vita rovescia la nostra barca, alcuni affogano, altri lottano strenuamente per risalirvi sopra. Gli antichi connotavano il gesto di tentare di risalire sulle imbarcazioni rovesciate con il verbo ‘resalio’. Forse il nome della qualità di chi non perde mai la speranza e continua a lottare contro le avversità, la resilienza, deriva da qui”.
(Pietro Trabucchi)