domenica 18 marzo 2018

Maratona di Parigi - 8 aprile 2018


Il percorso della maratona di Parigi 2018 sarà lo stesso del 2017. E se non hai ancora corso questa Maratona di Parigi ... Dall'inizio alla fine, ci sono elementi importanti del corso da sapere per avere una strategia razza adattata. Perché il corso della maratona di Parigi non è facile. Non facile, paragonato ad altre grandi maratone come la Maratona di Londra o Berlino, ad esempio, luoghi perfetti per battere il suo record nella maratona. Il corso della Maratona di Parigi non è forse il più facile ma è un corso mitico. I 42,195 km del suo percorso si trovano sulla riva destra della capitale parigina. E sapendo / anticipando le difficoltà, è possibile raggiungere un tempo al culmine della sua preparazione! Analisi dettagliata di questo corso della maratona di Parigi 2018.


Un attraversamento integrale di Parigi passando da molti monumenti e dai due grandi parchi della capitale ... Il percorso della Maratona di Parigi 2018 può essere chiaramente assimilato a una lunga visita in corsa a chi non conosce Parigi. E per chi già conosce la città come me, scoprirlo come un corridore in mezzo alle strade chiuse al traffico offre una sensazione unica! Deve essere goduto, succede solo una volta all'anno!

Profilo della Maratona di Parigi 2018
Il profilo della Maratona di Parigi 2018 non è chiaramente piatto. In effetti, il drop farà ridere e piangere un trailer di una maratoneta. Niente di insormontabile in questo corso, ma per mirare a un grande momento in maratona ... Più è piatta, meglio è! La serie di piccole salite e soprattutto la formidabile costa al 34 ° chilometro fanno di Parigi un percorso bellissimo, ma un percorso più difficile delle altre grandi maratone già citate! Ma andiamo nei dettagli, pezzo dopo pezzo, per assicurarti di conoscere il corso a portata di mano prima di esercitarti


L'inizio della maratona di Parigi: rischio principale!
È all'inizio della Maratona di Parigi 2018 che alcuni perderanno ogni possibilità di divertirsi. Come ogni anno molti andranno in fretta, troppo in fretta. Perché questa partenza dalla Maratona di Parigi è un'enorme trappola che si estende ai corridori ... La partenza sugli Champs Elysees è in discesa e l'atmosfera è pazzesca ... Questo è in aggiunta alle tradizionali sensazioni del volo dopo aver rallentato l'allenamento in le ultime settimane ... E il fatto che il ritmo della maratona sia alla fine molto confortevole finché non viene riprodotto su 42.195 km! È quindi estremamente facile trovarti 30 secondi per chilometro più velocemente del tuo passo maratona ...

Questa partenza dalla Maratona di Parigi deve davvero essere fatta con l'impressione di tenere il freno a mano! E se perdi qualche secondo nella cronologia con il traffico, non ti preoccupare, non ti infastidire, li riprenderai dopo. A questo punto, devi solo cercare di mantenere le tue energie al massimo per il futuro. Una volta che sei al passo, goditi il ​​momento. Dal chilometro 2 al chilometro 6, è la Rue de Rivoli, il Louvre, la Place de la Bastille ... È quasi piatta ed è bellissima, divertiti!

Km 7 a 8: lato difficile della strada di Reuilly
Dopo l'accensione del Rue du Faubourg St. Antoine, c'è una svolta a destra che nasconde il primo pezzo del percorso della maratona da Parigi 2018. Situato all'inizio della gara, questo lato della strada è Reuilly a salire con cautela ... la costa è di circa 1,2 km di lunghezza e l'aumento percentuale è graduale ... in altre parole, il fondo è più facile che fino ... possiamo perdere le piume a salire troppo in fretta. Se si dispone di un orologio cardio, guardarlo per assicurarsi che cardio non salire più di 4-5 batte rispetto al piatto. Se, come me, si esegue alcuna, fiducia i tuoi sentimenti, la respirazione e accettare di abbassare il ritmo di 10 a 20 secondi per km per molto denaro esso.

Questa costa è seguita da una discesa alla percentuale equivalente. Puoi gradualmente rianimare il ritmo, ma fai attenzione a non esagerare ... Ricordati di preservare i tuoi muscoli per il futuro! Rilanciare gradualmente e scendere controllando (molto leggermente più veloce della sua andatura maratona così) può recuperare il tempo perso nella salita. Idealmente, praticare questo modo di scendere all'allenamento può farlo perfettamente in D-day!

Km 9-19: la Valonne Bois de Vincennes ...
La Rue de Reuilly è dura e se il Bois de Vincennes è più semplice sulla carta, l'alternanza di piccole salite e discese può avere effetti anche sul futuro. È necessario continuare a salire le false piastre senza forzare e scendere mentre si controlla. A differenza di Parigi, è più tranquillo, basta sentire il respiro e il ritmo dei corridori ... Ideale per rimanere concentrati su ciò che facciamo. Siamo ancora freschi in questa parte, applichiamo ciò che abbiamo lavorato in allenamento e cerchiamo di mantenere più energia possibile per la seconda parte della gara che accade e non è facile!


Km 20 e 21: ritorno intramurale con fanfara!
Il ritorno a Parigi intra muros è uno dei momenti che mi ha segnato in questo corso della Maratona di Parigi. Le persone sono qui Le numerose e rumorose band ... Ci vuole un buon impulso e l'adrenalina istintivamente accelerare se non continuiamo a controllare ... Buona visione, evitando di eccitare permette di passare quei chilometri senza rendersene conto. Una breve salita porta di nuovo sul Bastiglia e rifornimento prima di precipitare verso le banchine di Parigi ... Diving darà un buon segno sulla condizione muscolo con una mezza maratona nelle gambe ... Aver avuto entrambi i tipi di sensazioni questo momento (quasi i crampi della mia prima maratona, molto comodo al secondo), è stato molto rivelatore del seguito!


Da 22 a 30 km: le rive della Senna e le loro gallerie
L'arrivo sulle rive della Senna è molto piacevole. In questo momento è piatta e possiamo srotolare il passo. È qui che possiamo fare il punto sulle gambe e decidere il resto della gara. Accelerare di qualche secondo al km se ti senti in ottima forma? Mantenere il ritmo o, se è già complicato, andare su un aereo B? In ogni caso devi continuare a correre pigramente per avvicinarti ai tunnel con un margine.

Perché dal primo tunnel, diventa difficile. Il primo è il tunnel Tuileries. Lungo 1 km offre una sensazione molto strana, specialmente una giornata di grande sole come l'anno scorso. Già scendere giù fa male, la discesa non è davvero progressiva. E poi su questo lungo tunnel, i nostri occhi sono abituati al sole e hanno problemi con questa oscurità improvvisa e una sensazione di mancanza d'aria. Per fortuna ci sono persone che mettono un po 'di atmosfera! Ciò che fa esplodere il cardio per un attimo, è necessario cercare di mantenere il controllo e non provare a spingere le ali, si è solo al 24 ° chilometro! E poi il recupero di questo tunnel delle Tuileries fa male, quindi ti verrà subito ricordato di ordinare! 🙂
Poi ci sono altri 3 tunnel (di memoria quindi sono forse due o quattro!) Che formano una successione di discese e salite brevi ma asciutte che si disegnano poco a poco nelle risorse fisiche. Come all'inizio della gara, la tecnica è di scendere senza intoppi e salire senza spingere troppo per non stancarsi più della ragione. Tutto ciò porta lentamente ma sicuramente alla Torre Eiffel e al 30 ° km.


Km 33 a 34: la grande difficoltà del corso
Una breve salita di 250m Boulevard Exalmens annuncia il colore. Trovarlo difficile è un pessimo segnale per quello che succede dopo, perché non è nulla in confronto a ciò che accade. Boulevard Suchet è una linea costiera di 500 metri con una media del 3%, con passaggi superiori al 5%. Una costa che sarebbe stata utilizzata indipendentemente dal luogo del corso della Maratona di Parigi. Ma quando si tratta del 34 ° km di una maratona ... Chi non ha ancora colpito il muro della maratona avrà tutte le possibilità di assaggiarlo se fossero vicini!

Ho avuto l'esperienza alla Maratona di Parigi 2017. Tutto andava bene prima di questa costa e mi sentivo di gestire. Quindi niente va più. Questo è il gioco di questo corso! In ogni caso, è necessario evitare di forzare da questa parte, anche se si deve perdere tempo (forse avrei dovuto forzare anche meno di quanto ho fatto io?) Perché ci sono ancora più di 8 km da percorrere nel Bois de Boulogne!

Km 34 a 39: profilo discendente nel Bois de Boulogne!
La buona notizia è che è arrivato in cima, una discesa (o meglio un falso piatto non abusare ...) di 5km ti aspetta. Se sei cotto, avrà almeno l'effetto di non farti rallentare troppo. Se sei automotivante per lasciar andare, potresti essere in grado di mantenere il tuo ritmo o persino di far rivivere il ritmo se puoi? Questo è il momento in cui viene suonata l'ultima volta. Non più da tenere per dopo, dal 35 è comunque più nella testa che nelle gambe!

Km 39-42: il bouquet finale!
Raggiungiamo l'obiettivo ma che gli ultimi 3 chilometri possono essere lunghi ... Qualunque sia il ritmo che teniamo, il fatto che questa parte del campo sia una somma falsa rende le cose complicate! Una cosa da dirsi è la stessa per tutti! Dobbiamo resistere, convincerci che possiamo farcela. Cammina il meno possibile se cammini. Invece, asteniamo dal camminare quindi abbiamo corso laggiù ... A questo punto non è più una questione di corso, tutte le maratone sono duri negli ultimi momenti ... Il corpo è esaurito e si aspetta solo cosa ...
Km 42 e viale liberatorio Foch!

La Porte Dauphine, questa grande rotatoria che indica il terminal 42 ... E l'arrivo sull'Avenue Foch ... Stranamente, l'adrenalina dell'arrivo restituirà alcune forze e sarà in grado di attraversare questi ultimi metri pieni di emozione ... Arriva sul tappeto verde e taglia la linea ... Una corsa di successo o no, l'emozione sarà intensa, te lo prometto!

REGISTRATIONS

Number registered57 000%
Women14,82026%
Men42,18074%
French40,06070,28%
Foreigners16,94129,72%

THE FRENCH REGIONS WITH THE MOST PARTICIPANTS

RegionNumber of participants
Île de France19,897
Rhône Alpes2,151
Nord-Pas-de-Calais2,148
Pays de la Loire1,470
Bretagne1,413

10 COUNTRIES WITH THE MOST PARTICIPANTS

CountriesNumber of participants
France38,604
United Kingdom5,558
United States1,886
Belgium1,059
Germany939
Spain878
Italy702
Swiss516
Brazil500
Netherlands429
144 countries were represented

THE RACE IN NUMBERS

THE RACE

  • 57,000: total registered
  • 13: Cybrian Kotut's race number (KEN), winner of the Schneider Electric Marathon de Paris 2016 in 2h07'11"
  • 1,759,869: total number of kilometers run by the competitors in 2016, equals more than 2 travels from the Earth to the Moon
  • 30% of the competitors come from abroad
  • 1/2: ratio of the French competitors who live in the Ile-de-France region
  • 75/25: ration men/women
  • 41: average age of men
  • 40: average age of women
  • 5 Parisian neighborhoods crossed
  • 11 timing posts
  • 32 pacers
  • 3,000 volunteers
  • 105 activity and show points
  • 250,000 spectators expected
  • 146 nationalities represented (1: France, 2: United Kingdom, 3: United States)
  • 165,000 social fans (Facebook, Twitter, Instagram)

FIRST AID SERVICE

  • 8 first aid posts along the course + finish
  • 1 Command Center (Paris Samu, Red Cross, Civil Protection, and BSPP).
  • 47 defibrillators
  • More than 60 massage therapists, physical therapists, podiatrists, and chiropractors at finish

REFRESHMENTS

  • 19 tons of oranges
  • 2.2 tons of dried fruit and nuts
  • 7 tons of apples
  • 24 tons of bananas de Guadeloupe & Martinique
  • 440,000 sugar cubes
  • 7,000 liters of energy drinks Isostar
  • 11,000 Booster gels Isostar
  • 560,000 bottles of Vittel
  • 24,000 Fruit boost Isostar
  • 24,000 Energy Bars Isostar

10 BEST FINISH TIMES MEN

NameNationalityTimeYear
Kenenisa BEKELEETH2:05'04"2014
Stanley BIWOTTKEN2:05'10"2012
Peter SOMEKEN2:05'36"2013
Vincent KIPRUTOKEN2:05'47"2009
Mark KORIRKEN2:05'49"2015
Bazu WORKUETH2:06'15"2009
Raji ASSEFAETH2:06'24"2012
David KIYENGKEN2:06'26"2009
Sisay JISAETH2:06'27"2012
Benjamin KIPTOOKEN2:06'29"2011

10 BEST FINISH TIMES WOMEN

NameNationalityTimeYear
Purity RIONORIPOKEN2:20'55"2017
Boru TADESEETH2:21'04"2013
Tirfi BEYENEETH2:21'37"2012
Atsede BAYISAETH2:22'04"2010
Flomena CHEYECHKEN2:22'44"2014
Priscah JEPTOOKEN2:22'51"2011
Marleen RENDERSBEL2:23'05"2002
Merima MOHAMMEDETH2:23'12"2013
Meseret MENGISTUETH2:23'26"2015
Amane GOBENAETH2:23'30"2015