lunedì 15 agosto 2016

L'importante non è la meta ma il VIAGGIO: Aspetto Tecnico

Aspetto Tecnico


La caratteristica di questa corsa è chiara già guardando il profilo altimetrico delle quattro sezioni presenti. Non si superano mai quote elevate ma, come dice Cyril, "... i Pirenei non sono le Alpi,quando si sale, poi bisogna scendere sempre a quote molto basse” (anche sotto i 200 mslm), quindi sono tutte come delle vertical o doppie vertical ma una di seguito all'altra.


Ogni volta che inizia una salita è un muro verticale che ti si pone innanzi.

Certe volte con sentieri di terra dritti senza il minimo Zig Zag, che ti impone di salire appoggiando le punte o l'avanpiede. 

Altre volte trovi sassi e gradoni di roccia dove, per tirarti su, fai sempre sforzo su una gamba sola e sulle braccia con i bastoncini.










Un'altra caratteristica è la presenza di fango su buona parte del percorso. I numerosi animali da pascolo, come vacche, capre e pecore, nei loro passaggi smuovono terra e pietre vicino ai ruscelli e l'acqua si riversa sui sentieri. Se non stai attento certe volte entri fino al polpaccio!



I boschi e le foreste non arrivano mai a quote elevate, quindi appena superi una certa quota, rimani o sotto il sole cocente, o sotto la pioggia battente con raffiche di vento molto elevate.

Io non ho mai avuto freddo in questa corsa, al massimo ho usato il KWay e la mantella se pioveva. Qualcuno invece ha sempre tenuto i pantaloni lunghi e, alcune volte, anche la giacca a vento.

A parte i primi giorni, dove l'energia ce l'hai ancora tutta dentro, dopo, per rispettare i tempi che trovi sui cartelli segnaletici per raggiungere il punto successivo, devi metterci davvero dell'impegno, tutti i giorni a tutte le ore.

Per l'orientamento, se hai le cartine e il GPS non ci sono problemi, questi aggiunti ai segnavia bianchi e rossi del GR10 ti danno sicurezza.
Solo i segnavia bianchi e rossi però non bastano, a meno di non perderti diverse volte e fare chilometri in più, o in meno se fai dei tagli, ma questa è un'altra storia!