domenica 18 gennaio 2015

Montane Spine Race - the End

È stata veramente dura.
Gli organizzatori hanno detto chiaramente che le condizioni climatiche sono state le peggiori.
Poi tutti i problemi fisici,
Prima gli occhi, il vento fortissimo del primo giorno ha quasi reso non vedenti alcuni concorrenti. Io vedevo tutto come se ci fosse la nebbia e, in un passaggio dove c'erano le pietre e intorno acqua e fango sono finito dentro fino alla coscia.
poi la gamba destra.
Ero partito da Alston nelle migliori condizioni e sapevo di poter fare bene.
Poi dopo un km ghiaccio e fango mi hanno fatto scivolare in spaccata con la gamba sinistra avanti e ho strappato in muscolo a livello profondo sotto il gluteo.
Anche gli organizzatori mi avevano detto che non potevo continuare,  ma io non volevo che nessuno mi portasse via il mio sogno.
Ero come uno di quei robot che improvvisamente mandano il messaggio"segni vitali al 30%".
E così piangendo ho stretto i denti, con i 2 bastoncini e il piede destro sono andato avanti fino alla fine ~170km.
Nell'ultimo pezzo sono caduto un sacco di volte perché oramai le gambe non rispondevano più. E poi mi aveva preso anche la dissenteria.
Va beh ma alla fine sono arrivato, è quello che conta!
Un abbraccio Roberto
P.S.
Ora mi ci vorrà almeno un mese per riprendermi