venerdì 18 ottobre 2013

Cammino di Santiago 2011

luglio-agosto  2011

Cosa mi ha dato il cammino??
Non posso star qui a raccontare tutto ciò che ho provato, le emozioni , la felicità; altrimenti staremo qui dei giorni.
Posso sicuramente dirvi che intraprendere un cammino di 940 Km e 40 giorni di viaggio non è una cosa semplice, soprattutto perché ci vuole COSTANZA : quella costanza che ti permette di alzarti ogni mattina, e sapere che ancora una volte devi camminare ore e ore per raggiungere le meta.
Ci vuole SEMPLICITA' nell'approcciarsi agli altri, senza volere imporsi, ma camminare insieme e condividere i momenti di fatica, felicità ed emozione.
Ci vuole SOLIDARIETA' nell'aiutarsi l'un l'altro, perché ciò che oggi può accadere a lui, domani  potrebbe accadere a me.
Io al cammino ho dato tutto me stesso (ho pianto, ho riso, ho pregato, ho scherzato, ho aiutato e creduto in ciò che volevo).
Ho sentito dire da parecchie persone, che il cammino ha cambiato la loro vita; io non posso dire ciò perché ho solo 18 anni, posso dire però che a me ha dato davvero tanto:
-ho imparato a stare da solo, pregando tanto e soprattutto credendo  in cosa stavo dicendo;
- mi ha fatto capire cosa vuol dire, faticare, soffrire, avere dolori, essere stanco e avere voglia di un bel letto caldo come quello di casa mia!!!!
Giacomo